Cerca
  • norma stramucci

Poesie nei giorni Covid-19

N. 3

26 marzo Rosa quadrata


(Rosa quadrata è una definizione della donna di Ilaria Capua, offerta al pubblico di “dimartedì”, lo scorso 24 marzo. Nello specifico il discorso verteva sul fatto che la percentuale di donne morte a causa del Covid-19 è inferiore a quella degli uomini e il fenomeno sarà da studiare.)

Sono una rosa quadrata cosce e braccia

petali morbidi e dita leggere pistilli

una pancia che ha custodito tre figli

usciti dall’urna molle e segreta,

dal luogo dove il miracolo si rinnova.

Sono una rosa quadrata col pensiero

che se ci sbatti all’angolo ti ferisci la fronte.

Sono una rosa quadrata dall’amore e dal dolore

soffice e tenace. Forte all’inverno,

che ho le spine e resisto. Forte al sole,

che mi organizzo e faccio scorte

di ombra e di acqua.

E non mi piega lo stelo

nemmeno il mondo in pandemia

che in corsia in ospedali anche improvvisati alla cassa

di un supermercato al banco di una farmacia a studiare

ad aiutare a crescere i bambini a sopportare convivenza infernale

a gioire del solo bacio concesso da chi mi ama sotto lo stesso tetto

a piangere tutti i morti morti da soli come sola è la lacrima

di chi li amava. A tutto questo io donna io rosa quadrata

mi offro e sopporto mi rimbocco le maniche.

E prego.

Mi guardi? Sono bella, anche con il cerotto sul naso ferito.

Anche con gli occhi rossi che ancora tanto piangeranno.

Mi senti? Profumo…

0 visualizzazioni
  • Facebook Square
  • Twitter Square